giovedì 11 dicembre 2008

Neve

In questi giorni un'abbondante (per queste zone) nevicata ha ricoperto con un manto bianco strade e sentieri. E anche la mia pista naturale, che costeggia discretamente il naviglio Martesana (nella foto). Correre con la neve è una sensazione stupenda, ma quando alla neve si sussegue quella pioggerellina che trasforma il fondo in un pantano lo è un po' meno.
Martedì, come previsto, ho affrontato un allenamento di 12km di corsa lenta, prima della precipitazione e devo dire che la temperatura iniziava ad essere un po' rigida. Solitamente infatti il miei allenamenti si svolgono al mattino presto, indicativamente verso le 6 "equalcheminutodopo", e a quell'ora secondo il bollettino meteo la temperatura si attestava sui -2 gradi. Le sensazioni sono divenute quindi un po' disagevoli, perchè a parte un leggero intorpidimento muscolare ho notato un maggiore affaticamento a livello cardiaco, probabilmente a causa della vasocostrizione indotta dal freddo. Purtroppo l'allenamento di mercoledì è saltato e sbirciando il meteo del resto della settimana credo che sarò costretto a modificare la programmazione fino al 14 dicembre inserendo comunque un progressivo venerdì e la seduta di sprint in salita probabilmente nella giornata di sabato. Ma in questo periodo bisogna sapersi accontentare, essere flessibili e seguire i capricci del tempo.

7 commenti:

Furio ha detto...

Hai ragione Andrea, ora bisogna proprio sapersi accontentare, ma senza impigrirci..le gare sono lontanissime; godiamoci quel che viene ;-)

Daniele ha detto...

Che si sfoghi questa settimana però... Dalla prossima io devo iniziare le mie 16 settimane di preparazione per Parigi...

antherun ha detto...

@Furio: infatti Furio! tra l'altro personalmente non mi faccio problemi a correre con la pioggia (solo la mattina presto se piove a catinelle desisto), nè tantomeno con la neve, ma ieri era davvero una palude...forse posso trovare la scusa per prendere un paio di scarpe da trail :-)

@Daniele: non temere dalla prossima settimana avrai sole a gogò :-)) in bocca al lupo per la preparazione! Parigi credo che meriti decisamente...

Alvin ha detto...

Du palle sto tempo infame...se mia nonna mi vedesse uscire con sto tempo mi direbbe "Stetto massa ben"?

Furio ha detto...

@Antherun
In gore-tex.. ti consiglio per la tua zona un modello non da puro off-road, ma ben ammortizzate; io ho delle Salomon Trail Scs Gtx (http://www.salomonsports.com/it/#/footwear/footwear/trail-running/trail-scs-gtx), comodissime, non molto costose e usabili tranquillamente su asfalto quando piove.
Sono leggere per essere in gore-tex(340gr) e sanno essere abbastanza veloci in tutte le situazioni; se abbinate con delle ghette diventano completamente impermeabili, altrimenti alla lunga qualcosa da sopra (calze) prima o poi entra.. ma il piede rimane asciutto comunque.

antherun ha detto...

@Furio: grazie mille per l'informazione vado subito a vedere!

Lucky73 ha detto...

Fortuna che qs settimana mi sono allenato lun e mar poi riposo (lavoro e fascite hanno contribuito). Domenica gara, speriamo di non recuperare tutta l'acqua scampata!! :-))

Posta un commento