sabato 12 febbraio 2011

Prima uscita in MTB

Oggi è stato il grande giorno: finalmente ho avuto modo di testare la mia nuova Cube, con un bel percorso di 34 km di sterrato, tra masserie e uliveti. Appuntamento alle 9 al Coni di Lecce con un amico e via, un po' timoroso perchè era la prima volta che ci salivo. Sensazioni ottime: veramente una bella "macchina da guerra" leggera, silenziosissima e precisa. Abbiamo fatto un percorso di cui mi ero scaricato la traccia sul Garmin (dal sito mtb-forum) e devo dire che ho avuto il piacere di scoprire quanto utile possa essere il gps anche nella navigazione. Senza questo strumento mi sarei perso e probabilmente starei ancora vagando tra le campagne salentine. Campagne davvero belle devo dire: era la prima volta che percorrevo questi sentieri e ho avuto modo di vedere che, sebbene senza alture, regalano scorci impagabili (sembra l'Irlanda!) e anche tratti "tecnici". Proprio su uno di questi ho anche fatto la mia prima caduta: tra due rocce non sono riuscito a sganciare il pedale e sono finito dritto a terra con una bella botta alla mano. Ma non mi faccio intimorire ;-) Insomma un bel modo di stare all'aperto e di godersi la natura senza auto, traffico e rumori molesti.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Bene, bene. Vedo dalla foto che hai già i pedali a sgancio rapido. Questione di pratica e poi non riuscirai piu' a capire se hai i piedi attaccati o no.
Altro consiglio. Cerca il piu' possibile di pedalare in agilità e seduto, in mtb alzarsi sui pedali è deleterio. Buon allenamento.
Dario

antherun ha detto...

@Dario: intanto per colpa loro ho già fatto un volo :-)) ma perchè è deleterio in piedi sulla MTB?

Anonimo ha detto...

ciao da Giancarlo biker di roma con la bici che hai perché non vieni a fare la"transumanza" siamo all'ottava edizione :partenza da Villavallelonga(AQ)arrivo ad Ortanova(FG)
CIAUUUUUUUUUUUUUUUUUU

Anonimo ha detto...

E' deleterio perchè sui terreni sconnessi c'e' una perdita di aderenza della ruota posteriore. Se si fa in asfalto non succede.
Ciao.

Dario

Posta un commento