lunedì 12 settembre 2011

Triathlon S. Maria al Bagno: il mio primo sprint!

Sono felicissimo: anche questa esperienza è andata! Un divertimento (e fatica) davvero smisurati...Giornata splendida, calda, assolata, la partenza è fissata per le 15, anche se si slitta di una mezz'oretta...Sono preso, ma non teso perchè oggi mi interessa solo divertirmi. In fondo ho ripreso da poco ad allenarmi a nuoto, in bici da corsa è la seconda volta che ci salgo su e dalla corsa, con due uscite a settimana, non si può pretendere molto. Forse meglio così! Gareggio con la società "Asd Kalos Triathlon Calimera", pettorale 183. La frazione di nuoto va bene e, nonostante la tonnara iniziale, riesco ad emergere dopo circa 15 minuti (nel primo terzo). Botte, spintoni occhialini che volano :-))) faccio la rampa di scale che portano alla zona cambio e riesco, malgrado tutto, a non fare casini.
Parto in bike per i 4 giri con salita bastarda. In bici non ho ancora la gamba, ma riesco a tenere 28km/h di media...certo perdo un bel po' di posizioni (quando sono uscito dall'acqua parecchie bici erano ancora "appese") anche perchè non ci sono treni a cui accodarmi. Alla fine i km sono 22 e non 20, ma poco importa (tanto li devono fare tutti i concorrenti :-)).
 Lasciata la bici cambio scarpe e via di corsa con quello che rimane....di corsa per modo di dire: purtroppo una dolorosa fitta alla milza mi accompagna per tutti i 5 km: è in pratica un progressivo al contrario e gli ultimi tratti sono addisittura a 5 al km...troppo dolore! Peccato ancora un po' di gambe ci sarebbero state, ma evidentemente mi sono troppo spremuto nella bici.
 Tempo finale 1.27 (attendo classifica ufficiale). Avrò tempo di rifarmi: quest'inverno cercherò di portare avanti nuoto, bici e corsa in modo da gestire al meglio le prossime gare. Sicuramente la bici (per un discorso di distanza e tempo) in queste gare può fare la differenza a livello di tempo e la "gamba" per diventare potente necessita di tempo...credo che in un annetto potrò migliorare allenandomi seriamente.


6 commenti:

nino ha detto...

un altro contagiato.........

ciro foster ha detto...

Bravo proprio,complimenti, oltretutto bellissimo mare!ciao.

Ibiza130 ha detto...

Grande! Allena la transazione bici/corsa, è quella che agli inizi crea scompensi dovuti alla differente postura e quindi respirazione.

Ormai siamo in tanti contagiati! :-)

Anonimo ha detto...

Bravissimo. Con il poco allenamento specifico che hai fai miracoli in bicicletta. Purtroppo la Mtb e molto diversa dalla strada bisogna lavorare molto sul ritmo di pedalata cioe'tenerlo alto intorno alle 90/100 pedalate al min e con rapporti non troppo duri. Altrimenti ti spacchi le gambe e poi non ne hai piu' per la corsa. Devi sfruttare meglio le posizioni acquisite con il nuoto. Se il regolamento lo consente cerca di stare a ruota e con rapporti piu' agili degli altri.
I miei complimenti ancora, io per 6 mesi mi sono allenato nel 2007 ma ero una frana a nuoto e ho desistito e così ho fatto la tessera Fidal. Ora la passione per la corsa ha superato quella per la bici. Per te è stato l'inverso.
Alla prossima.

Dario

Anonimo ha detto...

Per il ridotto numero di allenamenti che hai fatto sei andato molto bene, soprattutto nel nuoto. E' uno sport a cui devi dedicare tempo ma i sacrifici sono ripagati dalle soddisfazioni. Complimenti.

antherun ha detto...

@nino: lo puoi dire forte!!!

@ciro foster: grazie per il mare ciro...mi sono accorto che qui l'esperienza conta davvero tanto..

@Ibiza130: infatti! devo migliorare molto in bici, soprattutto in potenza essendo podista..

@Dario grazie per i preziosi consigli Dario! come sempre...

@Anonimo: E' vero, è uno sport che prende tanto, ma altrettanto regala in termini di emozioni!

Posta un commento